Download Elementi Di Tecnica Mandolinistica PDF

TitleElementi Di Tecnica Mandolinistica
Tags Musical Instruments String Instruments Hand Chordophones
File Size1.4 MB
Total Pages40
Document Text Contents
Page 1

1

Pietro









ELEMENTI DI TECNICA MANDOLINISTICA

























Per conoscere e suonare il mandolino

Page 2

2

Page 20

20

Questo noto brano popolare si suona sulle corde non ricoperte e si esegue con le

pennate alternate indicate in precedenza. Sulle note lunghe quattro quarti è segnato il

tremolo che deve essere costante e senza sobbalzi.

Page 21

21

Brano popolare in tre quarti che si esegue sulle corde ricoperte, la nota La che si trova

nella settima e nell’ottava battuta si suonerà con il dito mignolo della mano sinistra al

settimo tasto della terza coppia di corde. La stessa nota si trova anche sulla seconda

coppia di corde a vuoto, ma la differenza tra le corde nude e quelle ricoperte si sente

e per ovviare si tasta la nota come sopra detto. Il tremolo non è segnato e d’ora in poi

l’esecutore si dovrà regolare in merito anche se qualche indicazione verrà ancora

data.

Page 39

39

Per i professionisti le scale e le relative cadenze sono esercizi giornalieri in quanto

sono suonate tutte le note che lo strumento può dare in tutte le posizioni, sono

pertanto alla base della conoscenza e della pratica della musica e solo chi le esegue

bene potrà dire di saper ben suonare. Trattasi di un’impegno veramente gravoso che

si può affrontare in modo meno impegnativo studiandole gradualmente e prima di

ogni esercizio o di un brano musicale eseguire la relativa scala completa con le sue

cadenze. La scale delle tonalità meno usate con questa metodologia verranno

penalizzate in quanto meno eseguite rispetto alle altre, ma piuttosto che non eseguire

mai nessuna scala, come si tende comunemente a fare, è preferibile questo sistema.

Negli spartiti per mandolino ci sono talvolta degli accordi: per non trovarsi

impreparati nell’eseguirli con la lettura delle note, che è sempre il modo migliore per

suonare, sono posti alla fine della scala relativa. Studiando di pari passo anche le

cadenze le note degli accordi, quando si presenteranno in partitura, cadranno

facilmente sotto le dita come le note singole.

Giunti a questo punto si può dire di avere una buona confidenza con il mandolino, ora

basta suonare e possibilmente cercare di migliorarsi.

Page 40

40

ELEMENTI DI TECNICA MANDOLINISTICA



Parte quarta – Integrazioni.

Il materiale finora esaminato non ha chiaramente la pretesa di creare dei virtuosi di

mandolino, ma di far suonare qualche brano sullo strumento dopo aver imparato a

conoscerlo e a metterlo a punto.

Per saperne di più qualche testo è sicuramente utile.



1 – Il mandolino a Brescia - a cura di Ugo Orlandi (edizioni Franciacorta): Appunti,

immagini e documenti della vocazione mandolinistica bresciana con note di liuteria e

restauri. Il testo è corredato da un CD con le musiche per orchestra mandolinistica.



2 – La musica e il mandolino a Verona – Rinaldo Dal Negro: Radici della musica,

storia degli strumenti e del mandolino ieri e oggi a Verona.



3 – Il periodo d’oro del mandolino – a cura di Ugo Orlandi (Turris editrice Cremona):

Studi, conferenze trattati dell’ottocento italiano. Comprende quattro testi: Il

mandolino (Galante) – Catalogo della ditta Monzino – Studio sulla costruzione del

mandolino napoletano (G. Accorretti) – Manuale teorico pratico del mandolinista (A.

Pisani).



4 – Branzoli – Metodo teorico pratico per mandolino (Carisch SpA Milano) Uno

degli ultimi metodi completi per mandolino.



5 – P. Bona – Metodo per la divisione (Zanibon Padova) Per problemi con il

solfeggio è forse il metodo più conosciuto ed usato.



6 – Metodo di teoria musicale – Tilde Brancaleon (Zanibon Padova) tutte le nozioni

teoriche in forma semplice ed accessibile a tutti.



7 – Due raccolte per il repertorio:

101 pezzi celebri classici e operistici (Ricordi).

33 anni per 111 successi, il meglio degli anni migliori (Sugarmusic Milano).



In commercio sono comunque tante le fonti musicali sia classiche che popolari

proposte per formarsi un buon repertorio, dipende dai gusti e dalla sensibilità

individuale.

Similer Documents